A lezione di accoglienza: come cucire insieme aiuta a sentirsi meno diversi

A lezione di accoglienza: come cucire insieme aiuta a sentirsi meno diversi

In questi giorni mi trovo a Taormina per la settimana di Taomoda 2017 che si concluderà sabato 22 Luglio con il Gala al Teatro Antico.

E’ stato un pomeriggio unico. Sono stata protagonista della Masterclass promossa e organizzata in collaborazione con le associazioni di volontariato Fildis Siracusa presidente Elena Flavia Castagnino e l’ University Women of Europe. Un progetto di cooperazione internazionale per la valorizzazione dei talenti e delle professionalità femminili, della differenza di genere, dell’integrazione sociale e culturale delle donne immigrate.

Durante la lezione, ho insegnato ad un gruppo di donne immigrate dei Centri di Accoglienza presso cui opera la FILDIS le prime regole del taglio e cucito. Con me anche gli studenti dell’Accadmeia di Belle Arti di Catania.

L’incontro è stato soprattutto un momento importante per imparare a raccontarsi attraverso l’espressione artistica.

Insieme abbiamo realizzato la COPERTA DELL’ ACCOGLIENZA.

La moda costituisce un importante strumento di integrazione sociale attraverso cui le donne alle quali viene sottratto il diritto di vivere una vita dignitosa possono ritrovare la forza per ridisegnare attraverso ago e filo una nuova pagina della loro vita” questo il pensiero di Agata Patrizia Saccone, Presidente Taomoda.

Il progetto raccontato alle telecamere RAI

foto in copertina di Mario Foresta ph

Nessun Commento

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.